MILANO – La multinazionale biofarmaceutica statunitense AbbVie ha raggiunto l’accordo definitivo per acquisire Allergan, per una cifra vicina ai 63 miliardi di dollari. La transazione avverrà in parte in cash e in parte in azioni, per un valore basato sul closing dei titoli AbbVie di ieri a 78,45 dollari, secondo quanto si legge in una nota del gruppo dell’Illinois.

Allergan è un società farmaceutica irlandese famosa per essere la casa produttrice del Botox.

“Si tratta di un’operazione di trasformazione per entrambe le compagnie – ha commentato Richard A. Gonzalez, presidente e ceo di abbvie – e centra obiettivi strategici unici e complementari. La combinazione di AbbVie e Allergan incrementa la nostra capacità di rispettare la nostra missione sia rispetto ai pazienti che agli azionisti”.

L’acqusizione di Allergan, ha spiegato Gonzalez, da un lato accresce la piattaforma industriale di AbbVie, dall’altro serve a diversificare e innovare il business del gruppo di North Chicago. Di fatto il matrimonio tra queste due società crea un gigante del settore farmaceutico, con un gruppo in grado di generare un fatturato annuo di circa 48 miliardi di dollari, presente in 175 paesi, con un portafoglio di farmaci molto vario.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml