MILANO – Il mercato immobiliare non ha ancora visto una ripresa dei prezzi, per quanto gli scambi siano vivaci, ma per gli studenti è sempre una corsa di rincari. Secondo un’indagine di Solo Affitti, la corsa al rialzo degli affitti universitari non sembra conoscere battute d’arresto: dopo il +4% dello scorso anno, nel 2019 i canoni di locazione delle camere singole sono cresciuti del 6%, con incrementi significativi soprattutto nelle città universitarie principali: Milano (+2%), Roma (+6%), Firenze (+12%) e Torino (+25%).

“Per una camera singola – ha annotato Isabella Tulipano, dell’ufficio studi di Solo Affitti – si pagano mediamente 312 euro al mese, contro i 218 euro a persona richiesti per un posto letto in doppia. I prezzi di queste stanze sono in aumento soprattutto nelle grandi città, dove i canoni medi delle singole sono più alti, inducendo gli studenti a ripiegare sulla condivisione della camera”.

Il capoluogo lombardo, in particolare, si posiziona al primo posto della classifica di prezzo sia per quanto riguarda le stanze singole, con un canone medio di 575 euro mensili, che per le doppia, con 395 euro di media persona per un posto letto. Le singole più economiche sono invece a 250 euro al mese quelle di Cagliari e Catanzaro, dove i prezzi sono comunque cresciuti di 20 euro rispetto al 2018, 230 euro a Bari (-6%), a 225 euro quelle di Pescara (-6%) e a 200 euro quelle di Perugia, con canoni stabili rispetto allo scorso anno. Mentre le doppie sono più a buon mercato si trovano a Genova, Bari (150 euro ciascuna) e Pescara (130 euro).

Nella ricerca dell’alloggio, rileva Solo Affitti, gli studenti privilegiano la vicinanza alla facoltà (62,3%) e, a pari merito, un’adeguata presenza di mezzi pubblici. Solo Affitti ha rilevato che, soprattutto nelle città dove il costo dei posti letto è più elevato, gli studenti sono, ancor più quest’anno rispetto al passato, disposti a rinunciare alla vicinanza alla sede universitaria per una casa meno costosa ma ben collegata alla facoltà con i mezzi pubblici. Restano inoltre molto sostenute le richieste di stanze singole (60,4%).

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo VerdelliABBONATI A REPUBBLICA



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml