MILANO – Ricadute sul territorio quantificate in circa 5 miliardi di euro e aziende pronte a fiutare l’affare, soprattutto nel segmento immobiliare. Il tandem Milano-Cortina si è aggiudicato l’edizione invernale 2026 delle Olimpiadi, con vista sulle piste di Valtellina e Val di Fiemme. E anche Piazza Affari ha preso atto del successo della candidatura italiana.

Il dossier di candidatura prevede un bilancio da 1,3 miliardi di investimenti per i costi di gestione del progetto, cui si sommano altri 340 milioni di euro da investire in opere infrastrutturali e strade di collegamento. Dal botteghino si prevedono incassi per 234 milioni. Tutte queste cifre sono poi da integrare con le sponsorizzazioni private e i progetti portati avanti dalle singole realtà di sviluppo immobiliare. Tirando le somme sul valore economico dell’Olimpiade, gli studi delle università Bocconi di Milano e Ca’ Foscari di Venezia – di cui dà conto il Sole24Ore – stimano un valore superiore ai quattro miliardi e mezzo da qui all’evento. Non a caso fioccano i commenti positivi dalle associazioni imprenditoriali.

Ma anche su Piazza Affari soffia il vento olimpico. Viste le 12 diverse sedi che ospiteranno le gare dal 6 al 22 febbraio, gli analisti della sim milanese Equita individuano negli “investimenti in infrastrutture e strade di collegamento” quelli che saranno “i driver più concreti e che dovrebbero impattare gli anni precedenti l’evento”. I titoli “impattati positivamente” sono in questo settore Buzzi e Salini.

A più lungo respiro bisogna guardare per gli impatti sulla presenza turistica, che “sono attesi più avanti nel tempo”. In questo caso, i titoli citati sono quelli di Marr, operatore della ristorazione commerciale, Moncler, la società del vestiario, Campari, il gruppo degli alcolici, e Autogrill. “Altri titoli che potrebbero beneficiare dell’evento – dicono gli specialisti – sono: Coima Res (per la sua esposizione al mercato degli uffici milanese), ASTM/Atlantia (le società delle autostrade, ndr), Technogym (il gruppo delle attrezzature per lo sport, ndr), Openjobmetis (l’agenzia per il lavoro, ndr), e Banca Popolare di Sondrio/Credito Valtellinese (le banche operanti nelle montagne lombarde, ndr)”.

Alla riapertura del mercato si è già visto il balzo di Risanamento, che festeggia il fatto che l’Arena milanese, dove si  realizzeranno alcune gare delle Olimpiadi, verrà  sviluppata nell’area nord del progetto di Milano Santa Giulia. Già a metà giugno, Risanamento, tramite la controllata Milano Santa Giulia, insieme a LendLease, aveva annunciato un accordo con Ovg europe limited e Live Nation per costruire “un polo che attrarrà eventi sportivi e di intrattenimento di livello internazionale e nazionale”.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml