Torna il bando per la Apple Developer Academy, in collaborazione con l’Università Federico II di Napoli. Quasi 400 posti disponibili per aspiranti sviluppatori e imprenditor per un corso gratuito di un anno. L’idea è fornire strumenti e competenze per sviluppare applicazioni per iOS (iPhone e iPad) e MacOS. Le lezioni sono curate da esperti di formazione Apple, e per tutti gli studenti è prevista la fornitura di strumenti hardware e software adatti allo scopo, e quindi iPhone e Mac. Si può partecipare al bando dall’Italia (naturalmente) ma anche da tutto il mondo. 

I numeri dell’Academy sono importanti: dall’apertura nel 2016 a oggi sono stati formati quasi 1000 studenti. Trenacinque studenti dell’Academy sono stati selezionati per partecipare alla WWDC, la Worldwide Developer Conference di Apple in California a giugno, che riunisce sviluppatori da tutto il mondo e ingegneri Apple e che Repubblica seguirà come ogni anno dal luogo dell’evento. 

L’idea dell’Academy è puntare sulla collaborazione, seguendo gli studenti dai primi rudimenti del coding fino all’esperienza di realizzazione pratica. Sono centinaia le idee già diventate vere App, e gli studenti hanno anche l’opportunità di partecipare a un “Enterprise Track”, che fornisce una formazione approfondita sull’intero ciclo di vita di un’app, dalla progettazione all’implementazione, all’utilizzo. 

Ecco cosa dicono alcuni studenti di quest’anno. Per Giovanni Bueti l’Academy è “in grado di darti una vera e propria cassetta degli attrezzi per prendere la tua idea e trasformarla in realtà e stimolare davvero la tua creatività”. Michele Marrazz, dice che stare all’Academy è “come esplorare con gli occhi di un bambino il mondo dello sviluppo delle app”. E aggiunge: “Sono orgoglioso di aver acquisito nuove competenze, tra cui cose che non avevo mai provato prima,  senza allontanarmi dalla mia città d’origine”. Eric Ordonneau, francese, ha apprezzato il fatto di avere “la libertà di imparare” e l’opportunità di lavorare con “persone davvero eccezionali”, e Martina D’Urso descrive l’Academy come “un’esperienza unica che mi ha aiutato a crescere personalmente e professionalmente”. 

Le iscrizioni chiudono il 21 giugno. Per partecipare bisogna compilare una domanda online sul sito https://www.developeracademy.unina.it/it/ e gli studenti selezionati saranno invitati a sostenere un test e a partecipare a un colloquio a Napoli, Londra, Monaco di Baviera o Parigi.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



Source link