MILANO – E’ on line da oggi “L’economia per tuttì”, il nuovo portale di Bankitalia dedicato all’educazione finanziaria. Il progetto pensato per aiutare la comprensione degli argomenti di base legati al mondo economico-finanziario, è stato presentato nella  sede di Via nazionale. Il portale racconta, in cinque azioni differenti, i momenti affrontati da tutti i cittadini alle prese con le decisioni finanziarie: pianificare, pagare, chiedere un prestito, risparmiare e investire. Il portale vuole dare il suo contributo alla soluzione di un problema molto sentito: le conoscenze degli italiani sul tema sono basse. Secondo un recente studio Ocse siamo penultimi tra i paesi del G20 quanto a competenze finanziarie.

Il portale – si legge in una nota – nasce come piattaforma interattiva e raccoglie diverse sezioni separate in cui sono inclusi testi scritti con un linguaggio chiaro ed essenziale relativi ad azioni ‘economiche’ di base come l’accensione di un mutuo e l’uso della carta di credito. Prevista anche una sezione ‘notizie’ che aggiorna tutte le iniziative di educazione finanziaria organizzate da sempre da Bankitalia.

 “Sono contenta e orgogliosa del lavoro fatto. Il nuovo portale è la conferma di quanto sia importante l’educazione finanziaria. Conoscere gli elementi più elementari della finanza è un assoluto valore per cittadini, clienti banche e in generale per quelle persone che hanno accesso e rapporto con banche”, ha commentato Alessandra Perrazzelli, vicedirettore generale della Banca d’Italia, nel corso della presentazione del portale a Palazzo Koch. Quella dell’educazione finanziaria, ha proseguito, “è una questione sulla quale il direttorio porrà sempre maggiore ed esponenziale attenzione” ed è anche “una necessità, perché protegge i cittadini e dà consapevolezza sulla gestione delle proprie finanze”. Come ha infine ricordato Perrazzelli, “il portale non solo è accessibile a tutti, ma ha la capacità di essere attrattivo soprattutto verso la popolazione fatta da giovani e anziani che hanno maggiore necessità di una educazione finanziaria”.

 

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo VerdelliABBONATI A REPUBBLICA



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml