MILANO – Birra indigesta per i consumatori del Belgio e la Commissione europea interviene: l’Antitrust europeo ha inflitto ad Ab InBev, la più grande società di produzione di bionda al mondo, una multa di 200 milioni di euro per abuso di posizione dominante nel settore sul mercato belga.

L’accusa è di avere ostacolato le importazioni della sua produzione di birra Jupiler dall’olanda, paese in cui è meno costosa, verso il Belgio con un conseguente danno economico per i consumatori.

“I consumatori belgi hanno pagato di più per la loro birra preferita a causa della strategia deliberatamente adottata da InBev al fine di ostacolare le vendite transfrontaliere tra Olanda e Belgio”, ha detto Margrethe Vestager, la commissaria per la Concorrenza sottolinenando che le azioni “di un’azienda in posizione dominante” finalizzate a “condizionare il mercato per mantenere prezzi elevati sono illegali”.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica





http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml