MILANO – Aumentano le bollette dell’energia per le famiglie e le partite iva: a partire dal prossimo primo ottobre le tariffe dell’elettricità cresceranno del 2,6%, quelle del gas del 3,9%. Che cosa ha portato a un aumento delle tariffe, secondo il consueto aggiornamento trimestrale dell’Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti Ambiente)? Per l’elettricità i costi salgono per “i timori per un possibile calo della produzione francese nei prossimi mesi, a causa dei problemi di alcune centrali nucleari”. Per il gas naturale i rincari sono per lo più dovuti all’aumento dei prezzi per la materia prima (+3,8% sulla spesa della famiglia tipo), legata alle quotazioni stagionali attese nei mercati all’ingrosso nel prossimo trimestre.

Quali saranno gli effetti economici sulla spesa delle famiglie? In una nota, l’Arera (la ‘vecchia’ Autorità per l’energia), per l’elettricità la spesa per la famiglia-tipo, nell’anno compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 31 dicembre 2019 sarà di 559 euro. Nello stesso periodo la spesa della famiglia tipo per la bolletta gas sarà di circa 1.107 euro. Nel 2019 la famiglia tipo “in tutela” quindi avrà una spesa totale sostanzialmente allineata a quella del 2018, registrando solo un aggiustamento di circa il +1% (+1,35% per l’elettricità, +1% per il gas).

 

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo VerdelliABBONATI A REPUBBLICA



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml