MILANO – Mentre il ciclone dell’Antitrust si abbatte su Big Tech e sul Nasdaq, Snapchat – il primo social a pubblicare i conti in questa stagione di trimestrali – ha stracciato le stime, tanto che il titolo ha preso il volo nel dopo-mercato a Wall Street, dove è arrivato a guadagnare l’11,5% a 16,53 dollari, rafforzando in proiezione la capitalizzazione sopra i 20 miliardi.

Nel secondo trimestre del 2019, il gruppo ha messo a segno una crescita record degli utenti, segno che le migliorie e i cambiamenti di leadership fatti stanno dando i loro frutti dopo un 2018 difficile. La App di condivisione di immagini resta lontana dal fare utili, ma il ceo Evan Spiegel punta a diventarlo entro fine anno: per il momento ha battuto le stime non solo sul fronte degli utenti ma anche di utili e ricavi.

Gli utenti attivi ogni giorno sono cresciuti di 13 milioni di unità nei tre mesi al 30 giugno scorso rispetto a tre precedenti arrivando a un totale di 203 milioni contro i 188 milioni del secondo trimestre del 2018. Si tratta dell’aumento trimestre-su-trimestre maggiore da quando l’azienda californiana si è quotata nel 2017. Le stime degli analisti, ferme a 192 milioni, sono state superate. Snapchat ha detto di avere registrato una crescita in nord america, europa e nel resto del mondo e su dispositivi dotati di sistema operativo sia ios (apple) che android (google). Il numero di “Snap” scattati in media ogni giorno è aumentato superando i 3,5 miliardi. Tra aprile e giugno, i ricavi sono aumentati del 48% annuo a 388 milioni di dollari, oltre le attese.

L’ultima riga del conto economico ha ancora mostrato una perdita di 255 milioni di dollari, o di 19 centesimi ad azione, contro quella da 353 milioni, o 27 centesimi ad azione, dello stesso trimestre dell’anno precedente. Il consenso era per un buco di 298 milioni. Al netto di voci straordinarie la perdita è calata a 6 centesimi da 14 centesimi per titolo, meglio di quella da 10 centesimi ad azione attesa dal mercato. Spiegel ha detto: “La crescita e il coinvolgimento della nostra comunità e i ricavi sono il risultato di una serie di transizioni che abbiamo fatto negli ultimi 18 mesi. Siamo impazienti di continuare questo momento di slancio e di fare progressi significativi”.

Per il terzo trimestre snapchat si aspetta un fatturato i netto rialzo, a 410-435 milioni di dollari rispetto ai 298 milioni dello stesso trimestre del 2018. Il margine operativo lordo (al netto delle voci straordinarie) è visto negativo di 85-60 milioni, meglio dalla perdita di 138 milioni dell’anno precedente.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml