MILANO –  Ore 9.20. Ripartenza cauta per le Borse europee nell’ultima seduta settimanale, con gli investitori ancora concentrati sulle trimestrali delle società quotate e soprattutto sull’atteso dato in arrivo nel pomeriggio relativo al mercato del lavoro Usa ad aprile. A Londra l’indice Ftse 100 sale dello 0,26%, a Parigi il Cac 40 cede lo 0,02% e a Francoforte il Dax nelle prime contrattazioni è in equilibrio . A Piazza Affari l’indice Ftse Mib lima lo 0,09%.

Ieri Wall Street ha chiuso in calo dopo che la Fed ha chiarito che non sono all’orizzonte tagli dei tassi, malgrado l’ennesimo intervento diretto di Trump, che su Twitter aveva invocato persino un taglio dell’1%. A Piazza Affari l’attenzione è tutta per Fca, che presenta oggi i suoi conti trimestrali.

Sul fronte valutario euro in calo con la moneta unica passa di mano a 1,1166 dollari. In lieve rialzo lo spread: il differenziale Btp-Bund si posiziona a  253 punti con il rendimento del titolo decennale al 2,55%.

Tra i dati macroeconomici in Europa sono attesi il pmi servizi britannico, la stima flash sull’inflazione dell’eurozona in aprile e i prezzi alla produzione sempre dell’eurozona. Da segnalare, anche le nuove immatricolazioni auto in germania e l’inflazione in Turchia.

Prosegue il calo del prezzo del petrolio, dopo i dati sulle scorte Usa, aumentate di 9,9 milioni di barili la scorsa settimana e con la produzione che ha raggiunto un nuovo record di 12,3 milioni di barili al giorno. Il Wti cede 12 cent a 61,69 dollari al barile e il Brent perde 27 cent a 70,48 dollari. L’oro sale lievemente a 1272 dollari l’oncia.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml