MILANO – Ore 9.Avvio incerto per le Borse europee. Sui mercati domani ancora l’incertezza legata alle prospettive di crescita globale e segnali importati arriveranno in questo senso dalla nuova stagione di trimestrali che si apre in questi giorni: primo test, oggi negli Usa, con i risutati attesi di Jp Morgan e Wells Fargo.

I timori avanzati su più fronti sul Def appena approvato dal governo, da ultimi i rilievi arrivati dal commissario Ue Pierre Moscovici, contribuiscono a spingere al rialzo lo spread. Sulla piattaforma Bloomberg il differenziale segna 253 punti contro i 251 punti della chiusura di ieri, con il rendimento del decennale è pari al 2,51%.

Sul mercato dei cambi l’euro in lieve rialzo a 1,1284 dollari contro  gli 1,1258 di ieri sera dopo la chiusura di Wall street. Nei confronti dello yen la moneta unica sale a 126,19.

Torna a crescere il prezzo del petrolio dopo la frenata di ieri. I contratti sul greggio Wti con scadenza a maggio guadagnano 21 centesimi a 63,79 dollari al barile. Il Brent recupera 17 centesimi a 71 dollari. Oro stabile a 1293 dollari l’oncia.

 

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml