MILANO – Uno scenario da sogno per alcuni cittadini canadesi. Chase Bank, parte della galassia JpMorgan Chase, ha deciso di cancellare il debito delle carte di credito dei suoi clienti in Canada dopo avere deciso la chiusura delle sue attività relative alle carte nel Paese: “Prendetelo come un regalo”, ha spiegato l’istituto. “Chase ha deciso di uscire dal mercato canadese delle carte di credito. E ha deciso di cancellare il bilancio esistente per completare la sua uscita”, ha chiarito Maria Martinez, portavoce di Chase.

In particolare i beneficiari dello “stralcio” sono stati i clienti che utilizzano la carta Amazon.ca Rewards Visa e la Marriott Rewards Premier Visa, i cui debiti accumulati sono stati tutto ad un tratto azzerati. La banca non ha però reso noto quante persone dovrebbero essere interessati dalla cancellazione né per quali importi. Secondo alcune testimonianze raccolte dal media canadese Cbc, alcuni clienti hanno visto “abbuonati” anche debiti di diverse migliaia di dollari.

Chase – riporta il New York Times – ha smesso di accettare nuove domande per le carte di credito in Canada da due anni. Nel marzo 2018 la banca ha deciso di chiudere i conti esistenti e bloccare la possibilità per i clienti esistenti di incorrere in nuove spese, continuando però ad accettare i loro pagamenti per ripianare il debito contratto.

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo VerdelliABBONATI A REPUBBLICA



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml