Roma – Richard Stallman ha rassegnato le proprie dimissioni dal Csail (Computer Science and Artificial Intelligence Laboratory) del Mit (Massachusetts Institute of Technology) e dai ruoli svolti nella Free Software Foundation, fondata da lui stesso nel 1985. “Rassegno dimissioni immediate dalla mia posizione nel Csail del Mit. Lo sto facendo per via della pressione sul Mit e su di me legata a una serie di incomprensioni ed errate interpretazioni”, ha scritto Stallman in una email inviata all’Istituto.

La conferma anche in una nota della Fsf: “Richard M. Stallman, fondatore e presidente della Free Software Foundation, si è dimesso da presidente e dal consiglio di amministrazione. Il consiglio si metterà alla ricerca di un nuovo presidente, nell’immediato”.

rep

Il guru del software libero è la seconda ‘testa’ caduta all’interno del Mit a causa dello scandalo Epstein, il finanziere morto suicida il 10 agosto in carcere a New York, mentre era in attesa di giudizio per le accuse di pedofilia e abusi su minori. Dieci giorni fa si era dimesso il direttore del Media Lab, Joichi Ito dopo che il New York Times aveva reso noti i suoi legami con Epstein.

 


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA



Source link