Matteo Salvini ancora in pressing sul governo. “Nessuna nuova tassa in più. Anzi, vogliamo fare subito la manovra che di solito si fa in inverno”. Il ministro dell’Interno, a SkyTg24, ribadisce che intende anticipare l’approvazione della Legge di Bilancio, il cui primo via libera avviene di solito intorno alla metà di ottobre. All’interno ci sarà la flat tax, per cui secondo il vice premier sarebbero anche già state trovate le risorse necessarie.  “A Bruxelles si mettano l’anima in pace. nel 2020 non tutti ma tanti italiani pagheranno meno tasse, apriranno nuove imprese e ci saranno più assunzioni. Servono almeno 15 miliardi che sono già trovati”.

Rep

Parole che fanno scattare un nuovo scontro a distanza con il principale alleato di governo.  “Per me la manovra si può fare pure domani mattina il tema è che ancora non conosco le coperture della Flat tax e questa è una responsabilità e un onere della Lega che ha vinto le elezioni europee ed è giusto che avanzi la sua proposta economica”, ha detto Luigi Di Maio parlando con i giornalisti a Campobasso.

Di Maio ha assicurato che il governo riuscirà a disinnescare lo scontro con l’Europa sui conti pubblici.  “Non solo eviteremo la procedura di infrazione, ma potremo fare anche una legge di Bilancio che elimina una serie di balzelli sulla vita quotidiana di tanti cittadini, per cui tanti pensionati spendono il 70% della loro pensione in tasse di ogni tempo”.

 

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml