MILANO – Estensione dal 2021 al 2032 per il legame tra la Coca-Cola e il Comitato olimpico internazionale. Ma questa volta, a differenza di quel che è accaduto in un passato che risale ai Giochi Estivi del 1928, la famosa bevanda americana sarà affiancata da un partner che – simbolo dei tempi che cambiano – sarà una compagnia cinese.

Ci sarà infatti il colosso cinese dei prodotti caseari China Mengniu Dairy Company al fianco di Coca-Cola. I tre soggetti hanno annunciato a Losanna, in occasione della 134esima sessione del Cio, la firma della prima storica partnership che unisce la nota azienda americana di bevande analcoliche e l’azienda alimentare cinese nella famiglia dei top partner dello sport mondiale.

Il nuovo accordo congiunto ha una durata di 12 anni e porterà così il legame di Coca Cola con i Cinque cerchi a scavalcare il secolo, arrivando per a 104 anni.

L’accordo prevede investimenti nei media tradizionali e digitali per promuovere i valori olimpici a livello globale. “Questa partnership è unica, con Coca Cola abbiamo la più lunga partnership nel mondo dello sport iniziata nel 1928 e a Los Angeles ci sarà la possibilità di festeggiare il centenario”, ha ricordato il presidente del Cio, Thomas Bach, nel corso di una conferenza stampa. Questo accordo “unisce un iconico brand americano con un giovane e dinamico brand cinese, un altro esempio della forza unificatrice dello sport”, ha aggiunto il numero uno dello sport mondiale.

Dal fronte cinese, l’accordo è il simbolo degli ambiziosi piani di crescita internazionale, con l’obiettivo di diventare uno dei principali produttori di latte al mondo entro il 2025. “Questo accordo a lungo termine è un’altra dimostrazione della rilevanza e stabilità dei Giochi olimpici in questi tempi di incertezza”, ha dichiarato ancora Bach, “questa partnership darà un’altra dimensione alla promozione dei valori olimpici in tutto il mondo”.

Per il momento, il Cio conta su 13 sponsor “top”, Coca-Cola inclusa, per la manifestazione di Tokyo 2020. Mengniu ha già contatti col colosso americano nell’attività industriale asiatica. E proprio il suo marchio va ad arricchire la truppa da Est come top sponsor delle olimpiadi, dopo Bridgestone, Toyota e Alibaba. Segno di una crescente “importanza” dal punto di vista economico e finanziario.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml