MILANO – EssilorLuxottica punta all’Opa su GrandVision, la catena di negozi di ottica olandese che vanta 7 mila punti vendita in giro per il mondo, quaranta Paesi Italia compresa.

L’indiscrezione è rimbalzata dall’agenzia Bloomberg e ha messo subito le ali al titolo della possibile preda, che capitalizza ora quasi 6 miliardi di euro. Nessun commento è arrivato dalle due società interessate. GrandVision è nelle mani del fondo HAL, che ne controlla il 77%.

Il fondo, in una nota, spiega che un accordo non è stato ancora raggiunto e che non è possibile garantire che tali discussioni porteranno ad un’intesa. Ma implicitamente conferma i colloqui, pur precisando che l’eventuale completamento della vendita, “sarà soggetto alle condizioni abituali, compresa l’approvazione da parte delle autorità di regolamentazione in varie giurisdizioni”.

EssiLux, nata dal matrimonio tra Essilor e Luxottica, è da poco uscita da una disputa interna circa il governo aziendale. Un braccio di ferro che rischiava di finire in tribunale e ha visto opposto l’animo italiano – facente capo al patron Leonardo Del Vecchio – e quello francese che s’identifica nel vice presidente (ma con pari deleghe) Hubert Sagnières.

La contesa sulle nomine, non ha giovato al titolo di EssiLux, che negli ultimi dodici mesi ha visto un calo del 4,4% con una valutazione di mercato di 51 miliardi.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml