I dispositivi Echo di Amazon si rinnovano. Sono quattro e tutti dotati di assistente virtuale Alexa: intanto l’Echo di terza generazione con un nuovo design e un suono più raffinato (dicono da Seattle), sempre a 100 euro; poi Echo Flex, che è la novità più originale, visto che si tratta di una presa smart con altoparlante alla quale si può parlare (30 euro); Echo Dot, il più piccolo Echo, in una nuova versione con orologio che mostra oltre all’ora, la temperatura esterna, il timer e le sveglie impostate (70 euro); infine Echo Studio, dispositivo che dovrebbe avere il suono migliore di tutti con cinque altoparlanti direzionali, un woofer da 13,3 centimetri e ben 330 Watt di potenza massima con tanto di convertitore a 24 bit e Dolby Atmos (200 euro).


Gli Echo di Amazon di rifanno il look in vista del Natale

È possibile anche abbinare uno o due dispositivi Echo Studio a determinati dispositivi Fire TV per la riproduzione audio con suono multicanale e supporto per i formati Dolby Atmos, Dolby Audio 5.1 e audio stereo.


Gli Echo di Amazon di rifanno il look in vista del Natale

Non solo. Pare anche che Alexa stia facendo dei passi avanti. Ora può anche regolare la velocità della sua voce, sussurrare, ripeterti ciò che ha appena sentito per ricordare cosa le è stato chiesto o quale brano stava riproducendo e ci sarà anche l’eliminazione automatica delle registrazioni vocali. Arrivo previsto ad ottobre.

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA



Source link