GOOGLE e i suoi nuovi dispositivi. A New York l’azienda di Mountain View svela gli ultimi modelli parlando di “ambient computing”, il poter accedere a ogni servizio digitale ovunque e con la stessa qualità grazie ovviamente ai suoi prodotti. Un promuove l’ecosistema di Google di dispositivi per la sicurezza della casa marchiati Nest, console cloud, portatili, smartphone.  

Partiamo dal progetto Stadia, il servizio di per i videogame che non richiedete alcuna console. Ora c’è una data: esce il 19 novembre, negli Usa. Seguono i nuovi auricolari smart Pixel Buds capaci di tradurre altre lingue e di gestire lo smartphone attraverso i comandi vocali (arriveranno in primavera), poi  un portatile con un’autonomia delle batteria da 12 ore chiamato Pixel Book Go a 649 dollari.


Google mostra i suoi nuovi dispositivi. Arriva il Pixel 4 e i prodotti per la casa connessa Nest

Viene mostrato anche il Mini di Nest, che ormai è diventato il marchio anche per gli altoparlanti smart, capace di trasformarsi in un sistema di allarme connesso alla alle telecamere per la sicurezza (da fine ottobre anche in Italia a 59 euro), oltre a una seconda versione del sistema wi-fi (da novembre).

Infine il nuovo smarphone Pixel, il numero quattro, ultimo erede di una serie di telefoni che fino ad adesso non è riuscita a frasi largo nel mercato. Google sostiene di avere ora il sistema più veloce di riconoscimento facciale per bloccare lo smartphone, riconosce anche il sorriso, e un sistema di riconoscimento dei gesti ad esempio per cambiare un brano musicale e una maggiore integrazione con l’assistente virtuale. C’è anche la funzione del registratore che trasforma la voce in testo, già apparsa però da diverso tempo sui modelli della Samsung. Molta attenzione è stata posta nello schermo oled a 90Hz che però, di nuovo, è una caratteristica che offrono anche altri iniziando dai modelli 7T di OnePlus. La camera stavolta è doppia, dotata di un zoom ibrido e l’iper sesibilità per le foto notturne ancora aumentata (il vero punto di forza del Pixel 4), e secondo l’azienda sostiene essere straordinaria. Il tutto dal 24 ottobre 799 dollari, negli Stati Uniti. In Italia la versione base parte da 759 euro, la XL invece 899.


Google mostra i suoi nuovi dispositivi. Arriva il Pixel 4 e i prodotti per la casa connessa Nest

Al di là dei 150 milioni di dollari che verranno spesi per sviluppare progetti legati alle fonti energetiche rinnovabili in modo da bilanciare quella consumata dalla divisione Made by Google, la conferenza di Google non ha sorpreso. Avere un posto di rilievo nel difficile mondo dei dispositivi, iniziando da quello degli smartphone, non è semplice del resto.  

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA





Source link