MILANO – Newlat Food, gruppo agroalimentare che possiede anche i marchi Polenghi, Giglio e Buitoni, si prepara a sbarcare in Borsa, con l’obiettivo di quotarsi sul segmento Star di Piazza Affari.

Il gruppo, che opera principalmente nel settore della pasta, del latte, dei formaggi e dei prodotti da forno, oltre che in quello dei prodotti speciali (per l’infanzia, il wellness e senza glutine), intende raccogliere “fino a 200 milioni di euro” attraverso l’emissione di nuove azioni, si legge in una nota, con un’offerta rivolta a investitori qualificati la cui conclusione è attesa “entro la fine di ottobre”.

I proventi dell’Ipo verranno utilizzati “principalmente per sostenere gli obiettivi di crescita” sia per linee interne che “per linee esterne in un’ottica di ulteriore diversificazione geografica internazionale e ampliamento del propri brand”.

Newlat, controllato dalla famiglia Mastrolia che continuerà a detenere la maggioranza anche dopo l’Ipo, ha chiuso il 2018 con ricavi superiori ai 300 milioni. Il gruppo – si legge nella nota – vanta un consolidato posizionamento nel mercato domestico e una presenza rilevante sul mercato tedesco, di cui è il primo produttore di pasta con i marchi Birkel e Drei Glocken.

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo VerdelliABBONATI A REPUBBLICA



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml