MILANO – Fallisce (e finisce con una caduta in mare) la missione del razzo Vega e il titolo della Avio, costruttrice del missile, perde in Borsa a fine mattinata il 15%. Il lancio del modulo spaziale è avvenuto regolarmente questa notte dalla base Arianspace – responsabile della missione  – in Guyana francese. Due minuti dopo il decollo però, nel momento dell’accensione del secondo stadio la base ha perso il controllo con il modulo “per un’anomalia grave”. E il missile si è inabissato nell’Oceano Atlantico portando con sè il satellite di sorveglianza commissionato dagli Emirati arabi uniti all’Airbus che avrebbe dovuto mettere in orbita.

Il fallimento della missione (il primo dopo 14 lanci senza problemi) ha mandato a picco subito in apertura il titolo della Avio con un crollo del 12% che è andata poi crescendo fino al 15%. Il problema per il gruppo non sono le ricadute dirette del flop di questa notte  – visto che la responsabilità della missione è in capo ad Arianespace, assicurata contro questi incidenti – ma l’eventuale danno reputazionale e commerciale se l’inchiesta indicasse in un eventuale difetto del razzo la causa della caduta.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml