Quando si tratta di acquistare o di vendere una casa, quello dell’agenzia immobiliare è un costo spesso difficile da digerire. Ma i servizi di un agente professionale e qualificato possono fare la differenza, senza contare la comodità di non doversi districare tra carte, documenti e burocrazia. Da pochi mesi un’agenzia immobiliare online promette di risolvere lo storico dilemma di acquirenti e compratori. Dove.it mette a disposizione dei clienti gli stessi servizi delle classiche agenzie ma a costi molto più competitivi. Se le provvigioni in Italia ammontano in media al 3% sia sull’acquisto che sulla vendita, Dove.it offre il 2,49% sull’acquisto e lo 0% sulla vendita.

Uno specchietto per le allodole? Com’è possibile essere così competitivi senza lasciare per strada un po’ di qualità? “Semplice: abbiamo azzerato tutti i costi fissi e le attività che tolgono più tempo ed energie a un agente”, spiega Paolo Facchetti, Ceo e cofondatore di Dove.it. Operazione che si traduce in: niente negozio sul territorio, zero vetrine e zero spese per stampare e diffondere pubblicità cartacee. Mentre l’agente “virtuale” può risparmiarsi le scarpinate per interi quartieri e le chiacchierate con i portieri per scovare gli appartamenti in vendita, il lavoro per ottenere il mandato così come il servizio fotografico all’immobile.  

Lavoro risparmiato perché su Dove.it, assicura Facchetti, sono i compratori a segnalare il proprio immobile lasciando anche i propri dati. “A quel punto il nostro call center li richiama e fissa un appuntamento con un agente che li seguirà fino alla vendita”. Il primo incontro è fondamentale anche per stabilire il prezzo di vendita che i professionisti di Dove.it stimano attraverso un software che tiene conto dei dati Omi (Osservatorio del Mercato Immobiliare) dell’Agenzia delle Entrate e delle variabili locali (immobili venduti nel raggio di 500 metri, presenza o assenza di terrazzo, balcone, casa pronta o da ristrutturare etc). Subito dopo arriverà un fotografo professionista e, a quel punto, l’annuncio è pronto per essere lanciato su tutte le principali piattaforme e sui social network. L’agente torna in gioco nel momento in cui inizia la carrellata degli appuntamenti.

“Oltre ai normali servizi di una agenzia forniamo anche la certificazione di un notaio” continua Facchetti, “che garantisce entrambe le parti: chi acquista ha la certezza di un immobile non gravato da vincoli e accatastato nel modo corretto, ma anche il venditore evita brutte sorprese. A volte, infatti, basta un codice fiscale trascritto male al catasto per ritardare di mesi una compravendita.

Online ci sono diversi siti e app che facilitano la vendita e l’acquisto degli immobili, ma si tratta di servizi differenti. Casavo.com, ad esempio, acquista direttamente la casa per poi rivenderla per conto proprio, mentre Homepal fa incontrare domanda e offerta, facendo pagare al cliente solo la visibilità degli annunci.

Dove.it è una realtà molto recente: ha iniziato a lavorare su Milano a gennaio, cui poi è seguita Monza. Tra pochi giorni toccherà a Genova e Torino, poi a Bologna ed entro la fine dell’anno è previsto lo sbarco anche a Roma. “Finora abbiamo avuto 60 mandati – conclude Facchetti – e la media di uno nuovo al giorno. I primi immobili li abbiamo già venduti. Entro l’anno vogliamo diventare la prima agenzia di Milano per compravendite”. Dopo pochi mesi di attività, alcuni investitori hanno deciso di investire due milioni di euro nella start-up che, in una fase di ripresa del mercato immobiliare (ma di prezzi ancora al palo) sembra essere arrivata al momento giusto.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml