MILANO – Ore 9.30. Le Borse europee aprono positive, sostenute dalla buona seduta registrata ieri a Wall Street, galvanizzata dai segnali di tregua commerciale tra Stati Uniti e Cina e sembrano invece non accusare il colpo dopo la minaccia di Washington di nuovi dazi su 4 miliardi di beni europei. A Londra l’indice Ftse 100 sale dello 0,4%, a Francoforte, l’indice Dax guadagna lo 0,2% e a Parigi l’indice Cac 40 avanza dello 0,2%. Bene anche Milano, con il Ftse Mib che cresce dello 0,34%
Andamento misto invece in Asia con Shanghai e Shenzhen in negativo, e Tokyo e Hong Kong sopra la parità.

Prosegue il calo dello spread, con il differenziale a 230 punti e il rendimento del titolo decennale italiano all’1,94%. Poco mosso l’euro, a 1,1289 dollari, non lontano dai livelli visti ieri.

Il petrolio è in calo nonostante oggi la riunione allargata dei produttori dovrebbe dare il via al prolungamento dei tagli a sostegno delle quotazioni. I contratti sul greggio Wti con scadenza ad agosto perdono 12 centesimi a 58,97 dollari al barile. Il Brent cede  5 centesimo a 65,01 dollari al barile.

 

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml