LA REALTA’ virtuale per distrarre e calmare i bambini terrorizzati da iniezioni, prelievi di sangue e cannulazioni intravenose, riducendo il loro dolore e il livello d’ansia. A fare indossare i visori che riproducevano le onde de mare che si infrangevano e pesci che brucavano tra gli scogli due ospedali pediatrici di Melbourne che hanno utilizzato la tecnologia su oltre 250 bambini di età fra 4 e 11 anni.

Nella ricerca, pubblicata sul Journal of Pediatrics, l’uso della realtà virtuale ha ridotto il dolore del 41-60%, l’ansia del 35-45% e il livello di angoscia dei genitori fino al 75%. E la maggior parte dei bambini voleva continuare.

Secondo lo specialista di dolore pediatrico Simon Cohen, cha ha guidato il progetto, la sperimentazione ha dimostrato i benefici della distrazione nella gestione del dolore per i bambini. “Il ricordo di una precedente esperienza dolorosa ha una forte influenza sull’esperienza di dolore durante procedure successive”, scrive. “Intervenendo su queste esperienze, possiamo aiutare sia i bambini sia i genitori quando sono richiesti trattamenti necessari ma dolorosi, che provocano ansia”.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



Source link