ROMA – Il social cinese che fa impazzire i giovani pensa a uno smartphone tutto suo. La società cinese ByteDance, proprietaria della app TikTok vorrebbe passare dal software all’hardware, portando sul mercato un dispositivo. Lo ha riferito il Financial Times. Il telefono arriverebbe con già a bordo alcune applicazioni di ByteDance tra cui appunto TikTok (che è un social su cui condividere brevi video con colonna sonora), l’aggregatore di notizie Toutiao e anche un servizio di musica in abbonamento rivale di Spotify e Apple Music, a cui la compagnia di Pechino starebbe lavorando. Uno smartphone con le app dell’azienda precaricate sarebbe un progetto da tempo nei piani del Ceo di ByteDance, Zhang Yiming.

La società all’inizio dell’anno ha siglato un accordo con un produttore cinese di smartphone, chiamato Smartisan, da cui ha comprato un pacchetto di brevetti, oltre ad aver assunto alcuni impiegati. L’intesa potrebbe essere propedeutica alla produzione di uno smartphone. Il successo del progetto non è però così scontato, nonostante la popolarità della app TikTok che nel mondo è stata scaricata mezzo miliardo di volte. In passato altri grandi colossi del software e del web – come Facebook, Amazon e Mozilla (Firefox), ma anche Microsoft con l’acquisizione di Nokia – hanno tentato senza successo di inserirsi nel mercato degli smartphone.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



Source link