ROMA – L’amministratore delegato di Fca, Mike Manley, ha venduto 250mila azioni della società automobilistica, pari a circa il 25% del totale di azioni che detiene.

La vendita è stata fatta a un prezzo unitario di 13,85 dollari, per un importo complessivo di poco meno di 3,5 milioni di dollari.

L’operazione è stata registrata dall’Afm olandese, l’autorità per i mercati finanziari. L’agenzia d’informazione Radiocor scrive che “la vendita è stata fatta per coprire spese personali”.

Manley, in quanto insider sull’operazione che ha portato alla proposta di fusione di Fca e Renault, non poteva vendere prima e ha dovuto aspettare la scadenza dei  termini di legge. La vendita, secondo Radiocor, non è correlata in alcun modo all’operazione con Renault e niente ha a che fare con il suo ruolo futuro nella società risultante dalla fusione.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml