MILANO – Ore 9.20.Le tensioni intorno alla Casa Bianca, con l’avvio di una indagine che potrebbe portare all’impeachment del presdiente Usa Trump, si fanno sentire anche sul mercato. Le Borse europee ripartono in calo in mattinata in scia alla chiusura negativa di ieri di Wall Street, dove l’S&P 500 ha messo a segno il peggiore calo dell’ultimo mese. Milano perde lo 0,99%, Londra arretra dello 0,53%, Francoforte dello 0,46% e Parigi dello 0,49%. Segno meno anche per gli indici in Asia, con il Nikkei che a Tokyo ha concluso gli scambi a -0,36%.

Meno mercato l’effetto sul dollaro che dopo essersi indebolito ieri sera oggi ritrova i livelli visti ieri, con l’euro che viene scambiato a 1,099 dollari.  In leggero rialzo lo spread, a 145 punti con il rendimento del titolo decennale allo 0,84%.

Tra le commodities, in calo le quotazoni del petrolio dopo i dati sulle scorte Usa in aumento. I contratti sul greggio Wti con scadenza a novembre cedono 29 centesimi a 57 dollari al barile. Il Brent perde 31 centesimi, lo 0,5%, a 62,79 dollari al barile.

 

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo VerdelliABBONATI A REPUBBLICA



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml