L’apertura di nuove frontiere di mercato. È l’arena competitiva che vede protagoniste molte delle startup più promettenti. Un ambito analizzato nel corso del BioInItaly Investment Forum & Intesa Sanpaolo StartUp Initiative appena concluso nel capoluogo lombardo. Un’iniziativa nata per creare occasioni di incontro tra imprese e progetti innovativi alla ricerca di capitali con gli investitori finanziari e corporate di tutto il mondo.
 
Iniziative in vetrina
Tante le idee d’impresa presentate: dalla ‘carne coltivata’ senza allevamento di animali a nuovi modelli di organoidi per la cura del cancro, dalla pelle prodotta dagli scarti di attività agro-industriali e dai funghi a nuovi agenti di contrasto che rendano migliore e più sicura la risonanza magnetica.
L’evento, giunto alla 12esima edizione, è stato organizzato da Assobiotec (Associazione nazionale per lo sviluppo delle biotecnologie che fa parte di Federchimica), Intesa Sanpaolo Innovation Center e Cluster Nazionale della Chimica Verde Spring.
 
I numeri
Dalla prima edizione del 2008 a oggi, la ha visto realizzati oltre 54 milioni di euro di investimenti in 24 startup innovative.
Il progetto ha inoltre selezionato e formato in questi anni più di 140 startup finaliste, portandole all’incontro con 1.800 aziende, investitori e attori dell’ecosistema.
Il percorso di questo forum è iniziato nel mese di gennaio con l’organizzazione di un road show nazionale, per poi proseguire per circa 40 realtà selezionate attraverso un percorso formativo tenutosi all’Intesa Sanpaolo Innovation Center con Bill Barber, responsabile Accelerazione e crescita delle startup (nella sede di Torino) e al Circular Economy Lab di Milano, creato lo scorso anno in collaborazione con Cariplo Factory.
A conclusione del percorso formativo, lo scorso 4 aprile i protagonisti sono stati chiamati a simulare la propria presentazione nel deal-line up di fronte a una platea di panelist selezionati fra investitori finanziari, esperti di settore e manager di impresa.
 
Le aziende premiate
Al termine di questo articolato viaggio le 14 finaliste hanno avuto accesso all’Investment Forum di Milano. Nell’area Circular Bioeconomy i riconoscimenti sono stati i seguenti: Novamont Award a De Rebus Plantarum; Spring Best Presentation Award a Mogu; Le2c Cap Group Award a Themis e Circular econonmy Award di Intesa Sanpaolo Innovation Center e Ellen Mc Arthur Foundation a Mogu.
Mentre nell’area Scienze della Vita (biotech per la salute e dispositivi medici) i riconoscimenti sono stati: Novartis Oncology Award a Organoo, Gabriele Corbelli Award a Kyme NanoImaging, Z-Cube Award a Organoo, infine Lca – Stifel – Goodwin Award a Syndiag.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml