MILANO – Via libera con alcune importanti limitazioni all’acquisto da parte di Sky della piattaforma del digitale terrestre di Mediaset usata da Premium, R2.

L’Antitrust ha concluso lunedì l’istruttoria relativa all’operazione che spostano alcuni asset della televisione a pagamento sulla piattaforma digitale terrestre di Mediaset Premium verso il gruppo del satellite. L’Autorità della Concorrenza ha rilevato che la realizzazione dell’operazione di concentrazione ha comportato il rafforzamento della posizione dominante del gruppo Sky sul mercato della pay-tv, tale da eliminare o ridurre in modo sostanziale e durevole la concorrenza.

Effetti giudicati “irreversibili” dall’Antitrust, visto che le condizioni concorrenziali non sono state ripristinate neppure dopo che Sky ha restituito parte della società R2, questo il nome della piattaforma passata di mano, a Mediaset.

Perciò, l’Autorità ha deciso di imporre, per tre anni, misure atte a ripristinare la concorrenza nel mercato della pay-tv: un divieto per Sky di stipulare esclusive per i contenuti audiovisivi e i canali lineari per le piattaforme internet in Italia. L’Autorità ritiene così che la concorrenza potenziale delle offerte televisive a pagamento via internet possa garantire, in futuro, un’adeguata pressione concorrenziale, che permetta una riduzione dei prezzi per i consumatori e un incremento dei contenuti audiovisivi a disposizione degli stessi.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml