MILANO – Ore 9.20. Avvio in calo per le Borse europee mentre gli investitori restano concentrati soprattutto sulla riunione del comitato monetario della Fed in programma oggi e domani. Da qui potrebbero arrivare per la prima volta possibili indicazioni a proposito di un taglio dei tassi di interesse, a cui ha aperto per la prima volta il presidente Jerome Powell all’inizio del mese.
Milano cede in avvio lo 0,04%, Francoforte segna -0,2%, Parigi -0,04%, mentre Londra  sale dello 0,1%.

Ieri Wall Street ha chiuso tutta positiva mentre questa mattina gli indici hanno terminato la propria corsa contrastati in Asia, con Hong Kong in rialzo e Tokyo che ha chiuso a -0,62%.

Poco mosso anche lo spread, che in mattinata riparte da 254 punti, poco lontano dalla chiusura di ieri, con il differenziale al 2,28%. L’euro apre in rialzo e passa di mano a 1,1237 dollari e 121,68 yen.

Tra i dati macroeconomici, dalla Germania, i prezzi alla produzione e l’indice Zew sul sentiment economico. A seguire, spazio ai dati sui prezzi al consumo per l’eurozona. Nel pomeriggio dagli Stati Uniti arrivano le licenze edilizie e i nuovi cantieri residenziali.

Restano deboli le quotazioni del petrolio. I contratti sul greggio Wti con scadenza a luglio scivolano a 51,83 dollari al barile (51,93 ieri sera a New York), il Brent scende a 60,86 dollari. In rialzo l’oro, a 1349 dollari l’oncia.

 

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml