MILANO –  L’Italia deve rivedere le proprie stime e mettere in sicurezza i propri conti, assicurando che debito e deficit calino. È il messaggio inviato dal vice presidente della Commissione Europea Valdis Dombrovskis. “L’economia italiana ha rallentato. Penso che sia un’altra valida ragione per cui il governo italiano dovrebbe riconsiderare i propri obiettivi di bilancio e assicurare di mettere in traiettoria discendente sia il deficit sia il debito”, ha detto in una intervista a Bloomberg.

“Per quanto riguarda il bilancio italiano – ha ricordato Dombrovskis -, abbiamo condotto delle discussioni difficoltose con le autorità italiane l’anno scorso, e come risultato di questa discussione l’Italia ha corretto il suo bilancio in modo piuttosto sostanziale e ha ridotto il deficit di bilancio in modo piuttosto consistente”. Tuttavia, ha continuato il vicepresidente dell’esecutivo europeo, “come abbiamo visto, tra tutti gli Stati membri Ue l’Italia ha subito un più pronunciato rallentamento dell’economia, e questo significa che anche la traiettoria fiscale che il governo ha scelto inizialmente ha portato un certo grado di instabilità, causando un aumento dei tassi in Italia per il finanziamento sovrano e per tutta l’economia, per le famiglie italiane e le imprese, e per la fiducia”.

 

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml