In arrivo le comunicazioni di Agenzia delle entrate-Riscossione a chi ha fatto la domanda per la rottamazione-ter. Nella lettera, i destinatari troveranno l’esito della richiesta di adesione, la somma dovuta e le indicazioni per procedere al pagamento. In tutto sono state presentate circa 1,4 milioni di domande per potersi mettere in regola con il Fisco pagando solo le imposte non versate, al netto di interessi e sanzioni. Il termine per il primo pagamento è fissato al 31 luglio prossimo.

Lazio in testa per numero di domande

In totale sono 1 milione 389 mila le domande presentate da circa 1 milione 168 mila contribuenti (alcuni contribuenti hanno presentato più di una richiesta) entro il termine del 30 aprile 2019. In testa c’è il Lazio con 236.812 domande di adesione, al secondo posto la Campania (190.179) e terza la Lombardia (185.599). A seguire ci sono Toscana (108.332), Puglia (101.442), Emilia Romagna (84.679) Piemonte – Valle d’Aosta (81.722), Veneto (81.100), Calabria (76.905), Sardegna (53.109), Liguria (40.032), Abruzzo (35.174), Marche (33.740), Umbria (28.259), Friuli – Venezia Giulia (18.298), Basilicata (15.987), Trentino – Alto Adige (9.418) e infine Molise con 8.122 dichiarazioni di adesione.

Gli importi dovuti

Agenzia delle entrate-Riscossione invia la “Comunicazioni delle somme dovute ” tramite Pec o per raccomandata. La Comunicazione contiene i bollettini di pagamento in base alla scelta effettuata in fase di adesione (fino a un massimo di 18 rate). Se il piano di dilazione prevede più di 10 rate, la Comunicazione di giugno conterrà i primi 10 bollettini di pagamento mentre i rimanenti saranno inviati successivamente, prima della scadenza dell’undicesima rata. Comunicazioni anche per i contribuenti che hanno debiti “rottamabili” per i quali non devono pagare nulla, mentre hanno un debito residuo da pagare per altri debiti per i quali non è possibile al definizione agevolata. I bollettini saranno inviati anche a chi aveva aderito alla precedente “rottamazione-bis” ed essendo in regola con il versamento delle rate ora usufruiscono dell’accesso automatico alla “rottamazione-ter”.Una copia della Comunicazione sarà disponibile, a partire dalla prima settimana di luglio, nell’area riservata del portale dell’Agenzia.

Come si paga

Diverse le opzioni per effettuare i versamenti. Oltre che presso banche o Posta ci si può rivolgere agli sportelli bancomat abilitati, ai tabaccai aderenti a Banca 5 SpA e ai circuiti Sisal e Lottomatica. Si può pagare anche tramite il portale di Agenzia delle entrate-Riscossione e con l’App Equiclick sulla piattaforma PagoPa. Chi secglie il servizio di addebito diretto su conto corrente dovrà presentare la richiesta di attivazione del mandato  almeno 20 giorni prima della scadenza della rata, per cui per la scadenza del 31 luglio il servizio andrà richiesto entro l’11. Possibile anche effettuare la  compensazione con i crediti commerciali certificati nei confronti della Pubblica Amministrazione. Blocco della definizione agevolata in caso di  mancato o insufficiente o versamento in ritardo di oltre cinque rispetto alla scadenza anche di una sola rata.

A ottobre le comunicazioni per il saldo e stralcio

Infine per il saldo e stralcioe riservato ai contribuenti con Isee sotto i 20 mila euro, la risposta di Agenzia delle entrate-Riscossione arriverà invece entro il 31 ottobre 2019. Le domande presentare per usufruire di questa particolare forma di definizione agevolata sono state circa 332 mila.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml