ROMA – Doveva iniziare poco meno di due settimane fa la una nuova era nel mondo degli smartphone, e per entraci sarebbero serviti 2050 euro. Del Galaxy Fold della Samsung si sapeva, fin dalla sua presentazione e febbraio, che era a metà strada fra un prodotto e un prototipo. Anzi, che era più un prototipo che altro al pari del pieghevole di Huawei. Poi a tre giornalisti americani che lo hanno provato si è rotto tra le mani e la Samsung è tornata sui suoi passi rimandando l’uscita.

Il 22 aprile, l’azienda aveva scritto ai clienti che avevano già prenotato il dispositivo, avvertendoli che – viste le verifiche in corso – “entro due settimane” sarebbero stati comunicati “maggiori dettagli” sui tempi di consegna. I più ottimisti speravano che, dopo 14 giorni, sarebbe arrivata una data precisa. Adesso le due settimane sono scadute. Non è arrivato alcun termine e, come si legge nella mail pubblicata da Cnet, neppure nuovi dettagli. Insomma: il fold è scomparso nella nebbia.

Curiosa la reazione online di certe testate. Qualcuno si è addirittura spinto a sostenere che dietro i pezzi dei tre giornalisti che hanno riscontrato i malfunzionamenti, ironicamente fra i pochissimi ai quali Samsung ha concesso il privilegio di provare il Fold, ci fosse addirittura una sorta di boicottaggio da parte degli Stati Uniti. Altri hanno ricordato l’inevitabilità di prodotti fallati in una produzione di massa. Peccato che lo smartphone in questione era previsto in appena un milione di esemplari.   

in riproduzione….

Nella mail, Samsung aveva ricordato che se lo smartphone pieghevole non fosse stato spedito entro il 31 maggio, tutti gli ordini sarebbero stati automaticamente annullati, a meno che il cliente non esprimesse i desiderio di aspettare ancora. Intanto il Mate X di Huawei dovrebbe arrivare a luglio, ma viste le difficoltà di Samsung è possibile che anche lui venga ritardato perché è probabile che abbia le stesse fragilità di fondo.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



Source link