MILANO – Stretta di mano da record per il signor Dyson, il re degli aspirapolveri senza fili, e l’immobiliare che gli ha venduto la nuova casa di Singapore.

Il presidente e fondatore del gruppo degli elettrodomestici, James Dyson, ha infatti speso la bellezza di 73,8 milioni di dollari di Singapore (54,2 milioni di dollari Usa o 48,3 milioni di euro) per un mega attico in cima al palazzo più alto della città. Si tratta di un record per il centro finanziario in continua espansione, supera infatti l’accordo da 52 milioni di dollari di Singapore registrati soltanto la scorsa settimana per un altro appartamento di ultra lusso nella zona del distretto del lusso.

La mossa immobiliare di Dyson supera anche quella da circa 60 milioni pagati dal co-fondatore di Facebook, Eduardo Saverin, per un attico nel 2017.

Il complesso oggetto dell’ultima ‘pazzia’ immobiliare è il Wallich Residence, che domina le vie centrali del business con i negozi dello shopping storico. Si trova sui piani dal 62 al 64 e recentemente era stato messo in vendita per oltre 100 milioni. Con la sua piscina a vista sulla città, l’immancabile Jacuzzi e l’ascensore che ti porta in casa direttamente dal parcheggio sotterraneo, non conosce difetto di comodità o lusso.

Per Dyson la scelta della residenza è conseguente della sua scelta politica e di business. Convinto sostenitore di Brexit, Dyson ha infatti deciso di spostare il quartier generale del gruppo dal Regno Unito a Singapore, come riportato a inizio anno. Allora il ceo del gruppo, Jim Rowan, sottolineò che non si trattava di un problema fiscale o di paura per il divorzio dalla Ue, ma per seguire meglio l’area asiatica che sta diventando sempre più importante per la compagnia. Le cronache danno Dyson e la moglie come “residenti permanenti” a Singapore, un dettaglio che permette loro di evitare le tasse che invece gravano sugli stranieri che acquistano casa.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml