MILANO – Il ministro delle Finanze francese Bruno Le Maire invita alla cautela sull’affare Fca-Renault. Un’operazione ha detto che non va fatta “senza porre condizioni”. “Prendiamoci il tempo che serve per fare le cose bene – ha chiarito il ministro – È un’operazione di grande ampiezza, che punta a creare un campione mondiale dell’auro. Non serve la fretta”.

Parole che arrivano proprio nel giorno  in cui il cda di Renault si riunisce di nuovo per pronunciarsi sull’unione. “Questo progetto di fusione – ha aggiunto Le Maire – è un’opportunità, perchè consente di consolidare il settore e di creare un campione europeo mondiale che trovi margini di manovra necessari per finanziare i veicoli elettrici e quelli autonomi”. “Tuttavia occorrono delle condizioni. E queste condizioni le abbiamo fissate in partenza”.

Il ministro ha quindi ribadito le “condizioni” poste nei giorni scorsi. In caso di fusione innanzitutto il governo francese vuole una sede “operativa” Fca-Renault in Francia. “Può essere una sede geografica che coprirerebbe l’interezza della Francia, dell’Europa e forse anche più. Perché un’azienda è un’incarnazione e avere una sede in Francia è un’incarnazione importante per i francesi”, ha proseguito Le Maire, precisando tuttavia di non aver ancora ottenuto “garanzie” su questo punto.

Le Maire inoltra ha chiesto che lo Stato sia rappresentato nel nuovo cda e che ci siano garanzie occupazionali. “Io mi metto al posto dei lavoratori di Renault – dice il ministro – I quali ci ascoltano e si chiedono: quale sarà il nostro futuro? Il mio ruolo come azionista di riferimento è quello di garantire a questi dipendenti, ai francesi, che i siti industriali siano protetti”. La garanzia che nessun dipendente francese possa essere licenziato, spiega Le Maire, è una questione in discussione: “Non è il caso che prenda un impegno su questo quando la fusione è già in atto”. Occorrono subito delle “garanzie”. “Lo Stato sorveglia con fermezza gli interessi industriali di Renault e e della Francia.
 Vogliamo fare questa fusione ma non la faremo senza condizioni”.

 

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml