Toyota ha appena istituito a Pechino un centro ricerche, in partnership con la Tsinghua University, per lo studio delle tecnologie che usano idrogeno e altre tecnologie verdi: Tsinghua-Toyota Joint Research Institute, questo il nome scelto, sarà operativo per la durata di cinque anni.
L’iniziativa, inaugurata dal numero uno della casa nipponica Akio Toyoda in un discorso all’ateneo cinese, fa parte delle strategie della compagnia per condividere più tecnologia con la Cina puntando a espandere il business nel primo mercato al mondo dell’auto, insieme alla manifattura e alla distribuzione, spingendo su nuovi concetti di mobilità tra elettrificazione, informatizzazione e soluzioni intelligenti. Un modello che Toyota conta di usare alle Olimpiadi estive di Tokyo 2020.

L’istituto “coopererà nella ricerca non solo sui veicoli per consumatori cinesi, ma anche nella ricerca dell’uso attivo dell’idrogeno che può aiutare a risolvere i problemi cinesi dell’energia”, si legge in una nota. Pechino ha di recente espresso la volontà di spingere sull’idrogeno come fonte “verde”.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



Source link